Storie dall'Hangar

Moderatori: Zeff, Dust, Maverick87Shaka

Regole del forum
Guild Master:Arshes (Dario)
Link Organizzazione: http://robertsspaceindustries.com/orgs/BANSHEE
TeamSpeak 3: ts.clanbanshee.it (per la password mandate un PM a un officer!)

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda daphiel » 6 nov 2015, 11:52

huahuahua abbiamo un namastè permaloso ma all'avanguardia in questo episodio! Grande Bal :lol:
Immagine
Avatar utente
daphiel
Un Noobiluomo
Un Noobiluomo
 
Messaggi: 224
Iscritto il: 20 mag 2014, 15:03
Steam ID: daphiel22
Origin ID: LordDaphiel
Playstation Network ID: daphiel
Battle.net ID: daphiel#1142

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Dust » 6 nov 2015, 22:37

geniale come sempre :troll:
Immagine
Avatar utente
Dust
Star Citizen Mod
Star Citizen Mod
 
Messaggi: 400
Iscritto il: 20 mag 2014, 20:53
Steam ID: Dust
Playstation Network ID: PuReDusT

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Balax » 13 nov 2015, 12:25

Scaldare i motori


“Bella, regà! Nun potete capì che m’è capitato”. ReboundMe si era preso una cospicua pausa per poter assistere alla partita di SataBall della sua squadra del cuore. Indossava una enigmatica maglietta rossa con su scritto ‘Keep Calm and report Knight like there’s no tomorrow’ sulla parte anteriore e ‘I don’t piss from the knee’ sul retro.
Il suo vocione profondo risvegliava il buonumore della compagnia e non mancava di produrre più di un prurito a Samantho, che l’aveva sempre guardato con un certo affetto.
“Bella, Armà! Narrace l’evento” fece DocPolverina. Con ReboundMe diventava naturale parlare con un dialetto antichissimo e quasi dimenticato. Solo Daphiel-san, che era pragmatico, insisteva nell’usare il fraseggio del galattico-standard, meritandosi più di un’occhiata accusatoria del titanico co-pilota.
“Intanto… quegli infamoni stavano a pijià per culo anche durante gli inni e se sono offesi che j’ho sparato un bengala ar plutonio per manifestare un certo dissenso. Se me conoscono come Armà Letale, nun posso mica fa a meno de far valere ‘a potenza de foco… ‘tacci loro, se se so incazzati! Embé… uno de ‘sti scellerati s’è messo in zucca de sfonnà er cordone de sicurezza e venirmi a dì de persona quanto era dispiaciuto per l’increscioso equivoco. Ma quale equivoco! Prima che ‘sto mignottaro aprisse bocca j’ho aperto ‘a capoccia cor crick che casualmente tenevo ner zainetto. Fin qua tuttobbene, no? No! Un pialla-cazzi de Security m’ha messo ‘a mano sur braccio e m’ha convinto a seguillo perché, a sentir lui, ero colpevole de ‘eccesso de libera opinione’… l’ho guardato… j’ho detto ‘A natura fa' proprio brutti scherzi,ma a te t'ha proprio preso per culo!’. Nun c’ha più visto…. M’ha caricato in spalla e m’ha portato ar gabbio, mentre er resto d’a curva me salutava festoso. Io stavo mbriaco come ‘na scimmia e nun me potevo più fermà e quinni ‘Mettemeggiù, mannaggia a te! Che se te tiro 'na pizza te concio che il tuo dentista me manda li cestini a Natale!’ Aho… t’a faccio bbreve… du notti ar gabbio co n’occhio tumefatto e na costola pesta… e lì chi te incontro? Quer fregnacciaro de Giampatex che s’è arruolato co ‘a madama. J’ho fatto capì che ce piacerebbe riavello co noi, che er deficiente che je inculava li panini se né annato, che Samantho c’ha sempre in mente lui, fregnacce così. Embé… sta a venì!”
“Allora è meglio che si muova” fece Daphiel-san, meravigliando tutti per la sua inattesa loquacità “ si parte tra pochissimo e siamo molto meno che pronti”.
“E dove si va?” ReboundMe usciva dalla modalità dialetto ed assumeva un tono professionale e serio, anche se credibile come la verginità di Samantho, quando si parlava di lavoro.
“Tamsa” feci io “e tutti sappiamo per andare a prendere cosa”.
Per un attimo ci fu uno scambio di truci sguardi di intesa da parte di tutto l’equipaggio, anche da parte di Namasté che non aveva assolutamente capito il riferimento, ma non voleva sentirsi tagliato fuori.
Tullo rientrò proprio in quel momento, con il carello delle vettovaglie necessarie per il viaggio: cracker, bottiglie di Montenegro, sottaceti, bottiglie di Zacapa, mayonese, bottiglie di Campari, cotton-fioc e altre amenità. Alla vista del bonario Armà Letale, gli si inumidirono gli occhi e si profuse in un prolungato e commovente abbraccio. Assistemmo alla scena in religioso silenzio, fino a che Shakiro sciolse l’abbraccio con una combo di scappellotti e calcinculo e proruppe, ghignante, in un “Coraggio, Bastardi Banshee! Si va in scena!”
…..
ReboundMe andava verso il suo armadietto per preparare il bagaglio, poi si girò e fece “che quarcuno sa com’è finita ‘a partita?”
Ultima modifica di Balax il 13 nov 2015, 14:58, modificato 1 volta in totale.
SC handle: Balax
Immagine
Avatar utente
Balax
Vedetta BSE
Vedetta BSE
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 11 mar 2015, 11:19
Steam ID: BigBalax
Origin ID: baoliano

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Dust » 13 nov 2015, 13:54

Armando come Russel Crowe ne "Il gladiatore" hahaha
comunque i "c'ho" li cambierei con "j'ho" che fa più romano :metal:
Immagine
Avatar utente
Dust
Star Citizen Mod
Star Citizen Mod
 
Messaggi: 400
Iscritto il: 20 mag 2014, 20:53
Steam ID: Dust
Playstation Network ID: PuReDusT

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Naaman Keel » 13 nov 2015, 14:26

Non ho capito il riferimento!
Avatar utente
Naaman Keel
Veterano dei BSE
Veterano dei BSE
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 20 mag 2014, 20:14

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Balax » 13 nov 2015, 15:03

PuReDusT ha scritto:Armando come Russel Crowe ne "Il gladiatore" hahaha
comunque i "c'ho" li cambierei con "j'ho" che fa più romano :metal:


Modifica fatta. thx.
".... e dagli spalti si levava il grido 'Arma, Arma, Arma'.... e l'impavido gladiatore, in piedi al centro di una pozza del sangue dei suoi nemici, si fissava le unghie dei piedi e diceva... 'Maddechéahò?'" :lol:
SC handle: Balax
Immagine
Avatar utente
Balax
Vedetta BSE
Vedetta BSE
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 11 mar 2015, 11:19
Steam ID: BigBalax
Origin ID: baoliano

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Balax » 13 nov 2015, 15:03

Naaman Keel ha scritto:Non ho capito il riferimento!


Si, ma nelle prossime si capirà... non temere...
SC handle: Balax
Immagine
Avatar utente
Balax
Vedetta BSE
Vedetta BSE
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 11 mar 2015, 11:19
Steam ID: BigBalax
Origin ID: baoliano

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Marimbarzi » 13 nov 2015, 22:43

Spettacolo.
Avatar utente
Marimbarzi
Vedetta BSE
Vedetta BSE
 
Messaggi: 137
Iscritto il: 20 mag 2014, 21:14
Località: Roma

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Balax » 27 nov 2015, 13:34

Risoluzioni tecniche


“Mapporcamaiala non va più un belìn!!” DioDellaMorte, rosso in volto, scuoteva il suo portatile in un disperato tentativo di rianimazione. Qualcuno si affacciava a guardare da dietro un angolo, ma tosto ritirava la capoccia, preoccupato che le ire del collerico e cianotico titano potessero trovare un bersaglio.
“Boi, ti posso assicurare che la procedura che ti ho consigliato è stata utilizzata con successo innumerevoli volte” (da qualche tempo a questa parte avevamo iniziato a chiamare DioDellaMorte con il nome di Boi Giorg per via di certi filmini sulle sue abitudini extra-hangar e per un riferimento ad un’icona pop del ventesimo secolo… in effetti lo chiamiamo così ancora adesso…). Namasté parlava con calma e manteneva un atteggiamento contrito ma innocente mentre assisteva alle smadonnate del Boi. I più esperti sapevano che la Faina (come spesso veniva apostrofato) era munito di una faccia come il deretano e, in occasioni come quella che ci si parava innanzi, godeva come un riccio.
“Mi hai fatto installare ‘sta merda! ‘eccezionale incremento delle prestazioni, attivazione dello schermo in treddì con applicazione tattile, fa il frappuccino alla menta e orzata, cancella la cronologia’…. E adesso va solo con una risoluzione 32x18! Vado sul sito di GenitalHospital e vedo solo pixelloni rosa!”
“Ascolta. Siediti e rilassati. Se ci mettiamo calmi e respiriamo a fondo, vedrai che una soluzione ci si paleserà. Ecco…. Sdraiati su questo divanetto in pelle” … era come un trucco di magia… quando Namasté nominò il divanetto ci rendemmo conto che questo si trovava lì da sempre… in quell’incongrua posizione vicino al cesso…
Boi Giorg, che aveva delle reminiscenze di Brazzers, diffidava dai divanetti in pelle… ma, blandito dalla sobria parlata di Namasté si lascio accomodare. Teneva il portatile stretto al petto e fissava imbronciato il soffitto.
“Adesso analizziamo con calma la cosa. Io credo che si possa trattare del tipico esempio di conflitto generazionale. Vuoi la tua indipendenza, ma sei ancora pervaso dal complesso di Edipo. E’ normale. E’ fisiologico. Tra l’altro tua madre ha delle gambe notevoli.” disse Namasté che, nel frattempo, si era accomodato su una sedia tirata fuori da non si dove e aveva sfoderato il suo blocco degli appunti con aria professionale. Aveva anche inforcato degli occhiali.. ma visto che aveva gli occhi cibernetici non ne aveva bisogno, quindi li aveva privati delle lenti.
“Edipo, ‘sta cippa!” fece MrMoba, sfrecciando sul suo monopattino atomico. “ALT F4 tutta la vita, Boi Giorg!” e si impastò contro la parete in titanio.
L’improvviso frastuono generato dall’impatto fu come un segnale per gli astanti. Tutti iniziarono a dire la loro sull’argomento.
“Secondo me è un problema di driver e se segui la mia praticissima guida di 56 pagine in cirillico con illustrazioni braille dovresti poter risolvere il tuo inconveniente” fece Shakiro con aria improvvisamente molto professionale.
“Te lo risolvo io il problema di ‘sto Edipo… ci andiamo io, Armà e Daphiel-san e gli facciamo cagare l’anima a badilate!” disse il Tullo, travolto da uno dei suoi attacchi di immotivato entusiasmo.
“Cuccia, Sgru” fece Christos Iakobos, detto Er Tennico. E Tullo ammutolì, guardandolo adorante: per lui era il Giacomino.
Christos era un pratico ed estroso meccanico. La sua personalità cozzava con quella di TestaQuadra, ma la fusione dei due ingegneri produceva risultati di rara poesia. Se il Tortellino era una maniaco della precisione e dell’ordine, Er Tennico era un caotico ammasso di idee. Tortellino era il mediano regista, mentre Christos era il fantasista. Fu proverbiale quella volta che, rotto il carrello di atterraggio, legò il MrMoba sotto lo scafo e lo fece correre come un cricetone, promettendo crocchette e donne discinte. Christos ha una sua morale ma questa finisce spesso col fare a cazzotti con la volontà e l’istinto di conservazione dei suoi strumenti. E’ intelligente ma è disposto a dimenticarlo se questo gli permette di raggiungere il risultato prefissato.
Al sentire la voce de Er Tennico, sul volto di Boi Giorg si riaffacciò la speranza.
Christos prese il portatile e lo fissò con uno sguardo scettico. Si ficcò in bocca una cannuccia connessa al suo personale serbatoio portatile (noto come PSP) di Amaro Sgraulio ed ciucciò avidamente (so che questa immagine potrebbe minare la sanità mentale del lettore…. So che esistono delle convenzioni non scritte che vietano ai narratori di superare certi limiti… so che una volta, per una cosa simile, un lettore è stato colto da una violenta emorragia interna ed ha cacato a spruzzo per 15 giorni….. ma io sono solo un freddo testimone degli eventi… omettere dei particolari, per quanto agghiaccianti, potrebbe rendere meno credibile il resoconto di ciò che avvenne in quei giorni…. Mi scuso in anticipo per la parte in cui dovrò descrivere le emorroidi a grappolo di DocPolverina…. )… dicevamo… Christos ciucciò avidamente (si, questo è sadismo… lo so… ), ruttò.
Il volto intento del Tennico era un continuo rannuvolarsi e rasserenarsi, un’imprecazione masticata qua ed un’Eureka a fior di labbra là… Infine, deciso, estrasse dal taschino posteriore della salopette da lavoro una mazzetta da 5 chili con il manico in simil-legno. Sopra la testa metallica della mazzetta era scritto, con caratteri valorosi, ‘il risolutore’.
Davanti allo sguardo di Boi Giorg, che rapidamente transitava dallo speranzoso all’allibito al disperato, Christos somministrò tre definitive dosi della ‘sua cura’ al portatile, riducendolo ad una pietosa massa di ferraglia.
“Non ci si può fare mica nulla su ‘sto coso” pronunciò mentre Mjolnir sfondava circuiti “il vero problema sta a monte: non si deve dar retta a Namasté”. Il suo sguardo cupo fece capire che, se DioDellaMorte si fosse nuovamente affidato a qualcuno che non fosse ‘Tennico’ per questioni ‘tenniche’, il martello avrebbe avuto altro incarico.
Boi, ormai, piangeva come un bambino. Ma Christos non era solo un grande ingegnere ed un fine conoscitore degli animi umani. Giacomino era anche un padre bonario. Dalla sua prodigiosa tasca posteriore estrasse un portatile nuovo fiammante, con tutti i link pronti ai siti porni e la plastichina da staccare dai bordi. Lo porse ad un Boi che ormai passava così rapidamente da uno stato emotivo ad un altro da aver fatto il giro ed essere nuovamente felice come una pasqua.
Baci e abbracci. Namasté era felice di aver liberato la sua coscienza dal senso di colpa, ma avrebbe scavato ancora un po’, giusto per gradire, nella solitudine del suo studiolo (l’ultimo cesso in fondo quello con la porta che si chiude quello dove il portarotoli ha su incollato l’adesivo con la mucca che suona la chiatarra). Boi Giorg era felice, ma non credo sia necessario spiegarvi il perché. Tullo era felice perché era libero di giocare con i rottami del vecchio portatile e farci le costruzioni. Shakiro era felice perché si era ricordato di aver scritto un manuale con le figure in braille. DocPolverina era felice perché non aveva ancora le emorroidi a grappolo. TestaQuadra era felice perché aveva superato il suo senso di invidia che ogni volta lo pervadeva alla vista di Mjolnir… forse il fatto di essersi installato degli artigli in adamantio aiutava. MrMoba era felice perché a lui piaceva andare in giro in monopattino.
SC handle: Balax
Immagine
Avatar utente
Balax
Vedetta BSE
Vedetta BSE
 
Messaggi: 79
Iscritto il: 11 mar 2015, 11:19
Steam ID: BigBalax
Origin ID: baoliano

Re: Storie dall'Hangar

Messaggioda Naaman Keel » 27 nov 2015, 14:14

ahahaha bellissimo Balax, e ora finalmente anche Giacominion può smettere di cacare il cazzo :D
Avatar utente
Naaman Keel
Veterano dei BSE
Veterano dei BSE
 
Messaggi: 48
Iscritto il: 20 mag 2014, 20:14

PrecedenteProssimo

Torna a Star Citizen

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron